Strumenti personali

Biblioteca di Ingegneria Industriale "Enrico Bernardi"
Polo di Ingegneria
This is just a brief note

Sezioni

Tu sei qui: Home / CHI SIAMO / Cenni storici

Cenni storici

ultima modifica 19/09/2014 12:26

L'istituto di Macchine, fondato da Enrico Bernardi nel 1867, con sede in via Marzolo, non disponeva iniziamente di una vera e propria biblioteca, data la vicinanza con la Biblioteca Centrale di Ingegneria. Erano conservate solo alpoche centinaia di libri e alcune riviste acquistate dai docenti e non accessibili al pubblico.
Agli inizi degli anni '70 il preside della Facoltà di Ingegneria incaricò alcuni docenti per ogni settore disciplinare di selezionare presso la biblioteca Centrale di Ingegneria i libri d'interesse per il loro ambito di ricerca. Quelli inerenti la meccanica vennero quindi trasferiti nel 1974/75 nella nuova sede di via Venezia, al terzo piano, dando vita alla prima vera e propria biblioteca di Istituto con annessa sala di lettura.

Qui rimase per più di 30 anni, diventando Biblioteca del Dipartimento di Ingegneria Meccanica con la dipartimentazione avvenuta nel 1988 e incamerando anche i libri e le riviste dell'ex Istituto di Meccanica Applicata alle Macchine.
Dal 2002 la Biblioteca cominciò a gestire anche il patrimonio librario del Dipartimento di Innovazione Meccanica e Gestionale.
Nel 2007 si trasferì al piano terra nella nuova sede a scaffale aperto e dal 2009 è intitolata a Enrico Bernardi, docente, fondatore e direttore dal 1879 al 1915 dell'Istituto di Macchine, nonchè geniale inventore che, fra le altre cose, brevettò la prima automobile italiana con motore a scoppio.
Il museo con le sue opere si trova nello stesso edificio sempre al piano terra.

in evidenza

Visita il Museo di Macchine "Enrico Bernardi"

Per un approfondimento sull'opera del Prof. Enrico Bernardi a cui è intitolata la biblioteca, suggeriamo la lettura del libro Enrico Bernardi e il suo contributo alla creazione dell’automobile

Archivio di Enrico Bernardi

Bernardi bici a motore